Comune di Palù Via Roma, 29 - 37050 Palù (VR)
Tel. 045 6070021 Fax. 045 6070012 - P.E.C. palu@cert.ip-veneto.net

sei in:  Notizie  -  Istituzionali  -  Ordinanza Coronavirus: misure urgenti
24 febbraio 2020

Coronavirus: misure urgenti dettate dall'ordinanza del Ministro della Salute di intesa con il Presidente della Regione Veneto

Igiene

Tra le misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell'emergenza da Coronavirus, valide fino all'1 marzo 2020 compreso, sono previste:

- la sospensione di manifestazioni o iniziative di qualsiasi natura, di eventi in luogo pubblico o privato sia in luoghi pubblici che aperti al pubblico;

- la chiusura dei servizi educativi dell'infanzia e delle scuole di ogni ordine e grado;

- la sospensione dei servizi di apertura al pubblico dei musei e degli altri istituti e luoghi della cultura;

- la sospensione di ogni viaggio di istruzione.

Qui il testo completo dell'ordinanza, che detta anche misure igieniche per le malattie a diffusione respiratoria.

Misure igieniche da adottare:
1. Lavarsi spesso le mani;
2. Evitare il contatto ravvicinato con persone che soffrono di infezioni respiratorie acute;
3. Non toccarsi occhi, naso e bocca con le mani;
4. Coprirsi bocca e naso se si starnutisce o tossisce;
5. Non prendere farmaci antivirali né antibiotici, a meno che siano prescritti dal medico;
6. Pulire le superfici con disinfettanti a base di cloro o alcol;
7. Usare la mascherina solo si sospetta di essere malato o si assiste persone malate;
8. Considerare che i prodotti Made in China e i pacchi ricevuti dalla Cina non sono pericolosi;
9. Considerare che gli animali da compagnia non diffondono il Coronavirus COVID 19;
10. Evitare tutti i contatti ravvicinati;
11. Ricordare che i cittadini che presentino evidenti condizioni sintomatiche ascrivibili a patologie respiratorie, fra cui rientra il Coronavirus COVID 19, possono contattare il numero 1500, il proprio medico di base e le ASL di riferimento ovvero, solo in caso di reale urgenza, il numero 112 e che si devono evitare accessi impropri al pronto soccorso.